Spese di spedizione GRATIS per ordini da 60€.

IN PRIMO PIANO

Due chiacchiere con Mo Constantine, la madre delle bombe da bagno

Anno 1989. È primavera nella contea britannica del Dorset, a sud dell’Inghilterra, e Mo Constantine è alle prese con l’invenzione del prodotto che cambierà per sempre l’universo del bagno. Nel capanno del suo giardino mescola acido citrico, bicarbonato di sodio e un mix di oli essenziali, poi li pressa insieme, delicatamente. È nata la bomba da bagno. 

Trent’anni dopo, la bomba da bagno è diventata un fenomeno mondiale, l’immancabile dettaglio da aggiungere a ogni immersione nella vasca, qualunque sia il tuo rituale. Le bombe da bagno sono molto più di sensazionali caleidoscopi di colori, meraviglie rinvigorenti che sfrecciano sul pelo dell’acqua illuminando l’umore, rilassanti sfere che aiutano a calmare e rilassare corpo e spirito: hanno anche rallegrato e ispirato milioni di persone, combattuto per la pace e il cambiamento, dando vita alla rivoluzione della cosmesi. Da qui, non si torna indietro.

«Tutto quello che oggi vedi nelle bombe da bagno è stato creato sostanzialmente dal nulla», spiega Mo, co-fondatrice Lush e inventrice della bomba da bagno. «Follia pura».

E quindi, qual è stata l’ispirazione per la bomba da bagno? Oltre a voler creare un prodotto che rendesse speciale il momento del bagno senza irritare la pelle sensibile, l’ispirazione è stata l’Alka-Seltzer: la famosissima pastiglia effervescente che nell’acqua si scioglie in una miriade di bollicine. Incuriosita e volendo saperne di più, Mo è subito andata dai farmacisti della città. «Dopo alcuni esperimenti, abbiamo capito cosa si doveva fare e abbiamo creato la nostra prima meraviglia solida. È stato un vero spasso!».

Le prime creazioni di Mo, chiamate Aqua Sizzlers, avevano proprio la forma della celebre pastiglia effervescente: erano piene di lavanda calmante, oltre a un tributo all’Alka-Seltzer. Da questi esperimenti, è nata la bomba da bagno capace di rendere l’acqua vellutata, rilassando al tempo stesso il corpo e lo spirito.

Mo ha iniziato a sperimentare forme, dimensioni e colori differenti assieme al marito - il co-fondatore Lush Mark Constantine - per dar vita a una strepitosa gamma di bombe da bagno, capaci di frizzare o sciogliersi in soffici schiume.

«Passeggiavamo avanti e indietro per la strada principale a comprare stampi da budino, di tutte le forme», ricorda. «Mi viene anche in mente la volta in cui Mark, al centro del giardino, mi ha detto “Perché guardi così attentamente lo stagno artificiale?”. E io gli ho risposto: “Stavo osservando le sue forme, e quasi quasi mi piacerebbe pressarci dentro una delle mie creazioni!”».

Oltre a forme e colori strepitosi, le bombe da bagno hanno molti benefici sia sul corpo che sullo spirito: questo è senz’altro un elemento-chiave della creazione dei due co-fondatori. Il fatto che siano effervescenti, le rende un ottimo veicolante per diffondere oli essenziali nella vasca; così, Mark e Mo hanno iniziato a utilizzare diversi oli essenziali a seconda dei benefici che volevano offrisse il bagno.

È proprio in quel periodo che sono nate due tra le bombe da bagno più amate di sempre: Avobath e Butterball. Aggiungendo al blend della bomba da bagno mix di oli essenziali scelti con attenzione, oltre a grassi vegetali idratanti (come l’olio d’oliva e il burro di cacao), hanno fuso i benefici dell’aromaterapia con il potere di ingredienti super emollienti, per rilassare la mente lasciando la pelle deliziosamente morbida.

Con il lancio del brand Lush, nel 1995, i fondatori e gli inventor hanno potuto sbizzarrirsi con una libertà creativa più travolgente che mai avendo al tempo stesso l’opportunità di focalizzarsi sui temi etici che avevano a cuore. Preoccupati per l’impatto ambientale che avrebbero avuto le bombe da bagno, hanno deciso di eliminare il packaging in cui erano avvolte. «La strada da percorrere era una sola: fare delle bombe da bagno ancora più belle, e completamente nude».

Così facendo, la stessa bomba da bagno poteva essere trasformata in un’opera d’arte. Mo ha iniziato a escogitare nuovi modi per trasformare in veri e propri capolavori le sue creazioni da bagno, aggiungendo lustrini e sale marino colorato, con l’obiettivo di catturare l’attenzione delle persone ancor prima che s’immergessero nell’acqua.

E quindi, quali sono i prossimi passi? «Non ci fermiamo mai», spiega Mo. «Quando le persone mi chiedono “Come ti viene l’ispirazione?,” ho sempre risposto che le buone idee spesso si nascondono proprio in quell’angolino a cui non pensavi da anni».

La bombe da bagno di Mo hanno ispirato milioni di persone, ma nessuno più del figlio Jack Constantine, Lush Digital Director. Jack e i suoi fratelli sono cresciuti accanto ai meravigliosi prototipi della madre, toccando con mano prima di altre persone gli incantesimi che nascevano all’interno del famoso capanno. Così, quando Jack ha iniziato a sua volta a inventare bombe da bagno, sono stati i trucchi, i segreti e la mano esperta di Mo a ispirare la nuova generazione di bombe da bagno multicolor. Con sensazioni arcobaleno a più strati, creazioni che si sciolgono in gelatina e il primo concept store di bombe da bagno ad Harajuku (in Giappone) la bomba da bagno ha superato la prova del tempo. In più, la sua evoluzione non dà segni di cedimento.

30 anni dopo, le bombe da bagno di Mo hanno innovato il rituale del bagno in tutto il mondo. Che ne dici di festeggiare il compleanno della bomba da bagno con noi? Trova qui la tua prossima frizzante avventura. Unisciti alla rivoluzione del bagno e condividi la storia avvincente delle tue profumate meraviglie con l’hashtag #WeTheBathers.

 

Commenti (0)
0 Commenti