IN PRIMO PIANO

Maschio o femmina: il prezzo controverso dei cosmetici

Pensi che le donne debbano pagare di più degli uomini per i cosmetici? In realtà è proprio quello che succede. 

Le donne spendono più degli uomini quando si tratta di cosmetici. Potrebbe sembrare scontato, dopotutto le donne tendono ad utilizzare più cosmetici rispetto agli uomini e ad impiegarli in modi molto più variati. Eppure la verità è che le donne pagano più degli uomini anche per i cosmetici di uso comune, arrivando a spendere fino al 31% in più secondo uno studio della Fawcett Society

Questo significa che le donne pagano di più per rasoi, creme idratanti e altri prodotti per l’igiene personale, unicamente perché questi vengono venduti come articoli femminili. Pari quantità, stessa qualità, medesimi ingredienti, solo ad un prezzo maggiorato, e, possibilmente, in confezioni rosa… 

Questo fenomeno è noto come “gender pricing”, detta anche Pink Tax. In tutto il mondo le donne sono costrette a pagare un prezzo più alto per prodotti di uso quotidiano, tra cui i cosmetici. Nel 1994 lo Stato della California ha stimato per le donne una tassa di genere di quasi 1300 euro annui, a fronte del ricarico sui prodotti femminili.  

Anche in UK, uno studio del The Times ha scoperto che le donne devono spendere il 37% in più degli uomini per gli stessi prodotti, che si tratti di un paio di jeans o di un giocattolo. Il tutto è ancora più sconcertante se consideriamo che le donne ricevono, in media, una paga del 9% inferiore agli uomini.

L’attivista per l’uguaglianza di genere, Stevie Wise, è rimasta impressionata quando ha realizzato che le donne sono solite pagare un occhio della testa per gli stessi cosmetici utilizzati dagli uomini. Così ha fatto una battaglia per portare una grande catena di cosmetici e farmaci a livellare i suoi prezzi nel caso di prodotti analoghi, e ci è riuscita. Ma per lei questo non basta.

“In ultima analisi, è compito dei negozianti essere più onesti verso i propri clienti. In particolare nei supermercati accade spesso di trovare i prodotti divisi per genere, rendendo così più difficile confrontarne i prezzi.

“Le politiche di marketing dietro ai prodotti sono fuorvianti, tentano di convincere il cliente che i prodotti per uomini e donne sono diversi tra loro mentre in realtà non è così. È qualcosa che deve assolutamente cambiare, queste politiche sono un insulto ai clienti e le persone iniziano a contestarle; i negozianti devono cambiare le cose.”

Come ci suggerisce Stevie, le persone diventano sempre più consapevoli di questa disparità di prezzo e tendono a preferire prodotti unisex dove gli ingredienti, i benefici e la qualità del prodotto sono gli stessi sia per gli uomini che per le donne.

Stevie afferma “È evidente che il prezzo di molti prodotti viene diversificato soltanto per permettere ai produttori e ai negozianti di guadagnare più soldi.
Stevie afferma “È evidente che il prezzo di molti prodotti viene diversificato soltanto per permettere ai produttori e ai negozianti di guadagnare più soldi.
In finale le persone dovrebbero essere in grado di scegliere liberamente cosa acquistare mentre, attualmente, sono private di questa libertà."

Ed è più che giusto, i prezzi dovrebbero essere basati sui prodotti, sugli ingredienti e i benefici che ne ricaviamo. Quando si tratta di deodoranti, per esempio, la finalità è chiaramente la stessa: rinfrescare e profumare.

Cosmetologa e co-fondatrice di Lush, Helen Ambrosen, spiega: “Quando creiamo i nostri deodoranti, non li pensiamo in base all'utente uomo o donna, consideriamo soltanto la funzionalità. Tutti indistintamente possono usare le polverine e aggiungere una spruzzata di profumo sul proprio corpo a seconda della fragranza che preferiscono.”

In fin dei conti, tutti noi sudiamo, e il modo in cui gestiamo questa cosa è fondamentalmente lo stesso. 

Helen afferma: “In sostanza, sudiamo tutti. E chi non si lava comincia ad emanare cattivi odori. Fattori come la cultura, il clima, l’attività fisica, e via dicendo, possono incidere, ma alla fine non siamo diversi."

Quando si tratta di stabilire il prezzo di un prodotto, Helen spiega che dipende tutto dai prodotti e dagli ingredienti che contengono.

“Per prima cosa: il prodotto è efficace e piacerà al cliente? Poi consideriamo quello che contiene. Dipende tutto dagli ingredienti e dal prodotto. Quando utilizzi oli essenziali come il palissandro e il sandalo, devi trovare il modo di stabilire comunque un prezzo equo.”

Quindi, che si tratti di deodoranti, rasoi, profumi per il corpo o shampoo, l’uso di prodotti definiti unisex sarà un vantaggio per te e per il tuo portafoglio. 

Cosmetologa e co-fondatrice di Lush, Helen Ambrosen, spiega: “Quando creiamo i nostri deodoranti, non li pensiamo in base all'utente uomo o donna, consideriamo soltanto la funzionalità."

Commenti (0)
0 Commenti
Contenuti correlati (1)

Prodotti correlati

1 oggetto
Aromaco (Aromantico) Deodorante Solido Lush
Deodorante solido
Naturalmente profumato
8,00 €
100g