IN PRIMO PIANO

Parliamo di sudore, baby

Qualcuno lo preferisce roll-on, altri in spray o in crema, in ogni caso tutti (okay, quasi tutti) utilizzano un deodorante. Ma che cosa lo rende, di fatto, indispensabile? Il deodorante è sempre sulla cresta dell’onda, capiamo il perché: 

La sudorazione è il mezzo fisiologico e naturale che il corpo ha a disposizione per regolare la temperatura interna, aumentare la capacità di presa delle mani e dei piedi come parte del nostro istinto di sopravvivenza, e anche per diffondere i feromoni responsabili dell’attrazione sessuale.

Al giorno d’oggi, con l’avvento dell’aria condizionata, i siti d’incontri online e le politiche sulla salute e la sicurezza, questa funzione risulta sgradita e il sudore è considerato esclusivamente un fastidio che causa un odore spiacevole, e socialmente inaccettabile: il cosiddetto odore corporeo o odore di sudore.

Ma, nonostante la nostra avversione verso i cattivi odori, sudare è una funzione fondamentale del corpo e il nostro atteggiamento negativo nei suoi confronti ci sta portando a comprendere sempre meno il nostro organismo. Ecco tutta la verità sul perché sudiamo e quali sono le soluzioni migliori per gestire il sudore.

Partiamo dal principio: come funziona il sudore?

Gli esseri umani hanno due tipi di ghiandole sudoripare: le ghiandole eccrine ed apocrine. Le ghiandole eccrine sono più diffuse e hanno condotti individuali, separati dai pori che producono il sebo (la sostanza viscosa che lubrifica la nostra pelle e i nostri capelli) e da dove nascono i follicoli piliferi.

Esistono diversi motivi per i quali le ghiandole eccrine entrano in azione, tra cui una temperatura superiore ai 32 gradi, l’esercizio fisico e il cibo piccante. In media, un adulto può arrivare a sudare fino a 15 litri al giorno, quantità che raddoppia in risposta ad un aumento della temperatura di circa 7-8 gradi. Nel momento in cui la secrezione del sudore evapora sulla pelle, sottrae calore al corpo e ne abbassa la temperatura.

Le ghiandole eccrine producono un liquido salato composto per il 99,5% di acqua e per il 0,5% di sali e altri minerali ed elementi nutritivi. Questo liquido è di per sé inodore, a meno che la sua evaporazione dalla pelle non venga ostacolata. È infatti la proliferazione batterica che si crea nel sudore che causa il cattivo odore.

Una diversa tipologia di sudore viene prodotta dalle ghiandole apocrine, le quali creano un ambiente particolare sulla superficie cutanea. Gli sbocchi dei dotti delle ghiandole apocrine si trovano nel colletto di un follicolo pilifero, in pori che sono 10 volte più ampi dei pori delle ghiandole eccrine.

Le ghiandole apocrine producono un liquido lattiginoso composto da acqua, sali minerali, proteine, ormoni e determinate sostanze grasse che attraggono i batteri. Queste ghiandole si trovano sotto le ascelle, intorno all’inguine, nell’areola mammaria e nella regione sottombelicale, oltre ad essercene alcune sul viso.

Anche il sudore prodotto dalle ghiandole apocrine, come quello prodotto dalle ghiandole eccrine, è inizialmente inodore, ma contiene lipidi e proteine che vengono scomposti quando ingeriti dai batteri. Questo processo è chiamato fermentazione ed è responsabile dell’odore di sudore.

Le ghiandole apocrine si trovano principalmente nelle pieghe del corpo, in particolare nell’area delle ascelle e dell’inguine. Queste zone hanno poco accesso all’ossigeno il che aumenta le probabilità di proliferazione batterica e, di conseguenza, provoca maggiori quantità di cattivo odore.

Le ghiandole apocrine reagiscono a stati emotivi quali il nervosismo, la rabbia, l’eccitazione e il dolore. Il sudore appare dopo circa due minuti dal momento in cui l’adrenalina viene rilasciata nel sangue. In più, il sudore aumenta la capacità di presa di mani e piedi come parte del nostro istinto di sopravvivenza,
pertanto ci sono circa 400 ghiandole sudoripare per centimetro quadrato in queste aree del corpo.

Il sudore apocrino contiene inoltre determinati feromoni, gli ormoni responsabili dell’attrazione sessuale, infatti non è una coincidenza che la sudorazione delle ascelle inizi durante l’adolescenza.  

Ma non preoccuparti, non sei costretto a scegliere se avere sex appeal o profumare di fresco. I deodoranti naturali rappresentano il giusto compromesso per mantenere il tuo corpo sano e pulito allo stesso tempo.

Per esempio, un deodorante naturale self-preserving, ricco di polveri assorbenti naturali e pregiati oli essenziali controlla delicatamente la proliferazione dei batteri responsabili dell’odore di sudore.

Perché alcune persone sudano più di altre?

Ogni persona è unica. Quando si tratta di sudore, il genere e il luogo in cui si vive fanno poca differenza. Ciò che determina maggiormente la quantità di sudore e il suo odore sono lo stile di vita e la predisposizione genetica.

Il modo più semplice e sicuro per tenere sotto controllo l’odore di sudore è lavarsi frequentemente con acqua e sapone. Tuttavia con lo stress della vita moderna, meno tempo da dedicare a docce e bagni regolari e la diffusione di tessuti che non permettono la traspirazione, quali il poliestere e il nylon, i deodoranti sono diventati parte indispensabile della nostra quotidianità. Questa realtà si riflette anche sul mercato. Solo negli USA, tra il 1942 e il 1957, il mercato dei deodoranti è incrementato di 600 volte e nel 2014 è diventato un’industria da 2 miliardi di dollari di fatturato.

Lo stile di vita gioca un ruolo fondamentale sulla quantità di sudore che produciamo. La nostra quotidianità è molto variegata e questo porta il nostro corpo a vivere varie esperienze ed emozioni praticamente ogni giorno.

Sforzo fisico ed esercizio fisico

Le persone che svolgono lavori fisici, come gli operai e gli atleti, tendono, giorno dopo giorno, a sudare di più. Questo perché il movimento e l’esercizio fisico alzano la temperatura corporea che, di conseguenza, il corpo ha bisogno di regolare attraverso la sua naturale funzione di raffreddamento: il sudore.

Altre persone sperimenteranno un’intensa sudorazione in un periodo di tempo limitato, per esempio durante un allenamento o una sessione di ballo scatenato.

In entrambi i casi, i deodoranti Lush a base di polveri naturali possono essere facilmente applicati all’occorrenza, anche sui vestiti e nelle scarpe, per farti sentire sempre asciutto, fresco e a tuo agio. La polvere di licopodio, il carbone, il caolino, il magnesio trisilicato e il bicarbonato di sodio sono particolarmente efficaci per via delle loro proprietà assorbenti. Permetti al tuo corpo di sudare nelle zone in cui, asciugandosi facilmente, il sudore non provoca odori sgradevoli e applica il deodorante in polvere nelle aree, come le ascelle e i piedi, dove invece i batteri rischiano di provocare cattivi odori.

Situazioni emozionanti o stressanti

In momenti di nervosismo, quali un primo appuntamento o un colloquio di lavoro, il tuo corpo rilascia l’adrenalina provocando una maggiore sudorazione. Per evitare situazioni spiacevoli puoi scegliere prodotti in grado di assorbire l’eccesso di sudore.

Polveri naturali, come il licopodio in The Greeench e il bicarbonato di sodio nel super efficace T’eo, assorbendo il sudore non permettono ai batteri di alimentarsi e impediscono quindi l’insorgenza dei cattivi odori. In più questi deodoranti in polvere hanno profumazioni discrete e aiutano a contrastare la proliferazione batterica, per cui sentiti libero di aggiungere un tocco di body spray per profumare la tua pelle. Se poi sai già che indosserai capi scuri, il carbone attivo contenuto in The Guv’ner è perfetto per assorbire il sudore ed evitare al contempo qualsiasi alone bianco.

Se invece ti preoccupi del cattivo odore ma non tendi ad avere un’eccessiva sudorazione, puoi scegliere un deodorante solido e cremoso: Aromaco è ricco di amamelide che consente all’umidità di evaporare dalla pelle e di ingredienti antibatterici come l’aceto di camomilla per contrastare la proliferazione batterica.

Gestire la peluria in eccesso

Rimuovere i peli sotto le ascelle, con il rasoio o la ceretta, permette all’umidità di disperdersi sulla superficie della pelle, contribuendo a limitare la proliferazione batterica. Inoltre in queste zone la pelle ha bisogno di particolari cure e delicatezza. Un deodorante solido e self-preserving come Aromaco scivolerà sulla pelle senza irritarla anche grazie all’effetto rinfrescante e lenitivo dell’amamelide. Tra tutti, il deodorante più delicato è The Greeench, ricco di polvere di lavanda lenitiva, clorofillina e resina di benzoino per calmare in modo efficace la pelle e deodorarla.

I peli, infatti, potrebbero trattenere l’umidità e sviluppare un ambiente adatto alla proliferazione batterica, in particolare quando sono fitti e crespi, come accade spesso in aree quali le ascelle e l’inguine. Lavare frequentemente queste zone è un ottimo modo per contrastarla, ma lo stile di vita di oggi, stressante e impegnativo può incidere sull’attività delle ghiandole apocrine, producendo più sudore e causando l’indesiderato cattivo odore. Utilizzare regolarmente deodoranti in polvere o deodoranti solidi come T’eo rappresenta la soluzione più semplice per applicare il deodorante anche nelle zone in cui sono presenti peli e assorbire quindi l’umidità in eccesso. Una polvere può facilmente penetrare anche tra la peluria più fitta e proteggere la superficie della pelle, assorbire il sudore mentre gli oli essenziali svolgono un’azione antibatterica.

Non preoccuparti, qualunque sia la circostanza abbiamo il deodorante efficace che fa al caso tuo. Tieni però a mente che ognuno suda in maniera diversa, perciò sperimenta per scoprire quello più adatto a te.

 

 

Commenti (0)
0 Commenti
Contenuti correlati (2)

Prodotti correlati

2 oggetti
Aromaco (Aromantico) Deodorante Solido Lush
Deodorante solido
Naturalmente profumato
8,00 €
100g
Deodorante in polvere
Stermina i cattivi odori, rispetta la pelle
12,00 €
75g