IN PRIMO PIANO

Qual è la differenza tra deodoranti e antitraspiranti?

Dobbiamo accettare la realtà: sudiamo tutti. 

 

Certamente deodoranti e antitraspiranti svolgono il loro compito, nella maggior parte dei casi, limitando l’odore di sudore e perfino bloccandone la produzione. Di fatto, però, il sudore, e tutto quello che ne deriva, ha una precisa funzione nel nostro organismo e bloccarlo può essere controproducente.

A differenza di ciò che siamo abituati a credere, il sudore di per sé non ha un cattivo odore.
Sì, hai capito bene. Il sudore prodotto dalle ghiandole sudoripare presenti nel nostro organismo è inodore. Sono in realtà i batteri che, attivandosi a contatto con esso, emettono, diciamo così, aromi spiacevoli.

Come mai alcune parti del corpo sudano più di altre? Le ascelle, le mani, i piedi e l’interno del gomito sono zone che tendono a sudare di più delle braccia e delle gambe, ad esempio. Perché questo avviene?

Innanzitutto in queste zone sono presenti maggiori quantità di ghiandole sudoripare, e di conseguenza sono le parti dove sudiamo di più.
In più, gli esseri umani hanno due tipi di ghiandole sudoripare: le ghiandole apocrine ed eccrine. Le ghiandole eccrine producono un sudore sgradito ai batteri responsabili dei cattivi odori che, invece, sono attratti dal sudore, ricco di lipidi e proteine, delle ghiandole apocrine. Le aree del corpo in cui avviene un’eccessiva sudorazione tendono a contenere un maggior numero di ghiandole apocrine che, producendo più sudore, alimentano i batteri responsabili dei cattivi odori.

Come se non bastasse ricreare le condizioni favorevoli per questi batteri, le zone in cui sudiamo di più
sono anche le più adatte alla loro proliferazione. Avrai notato che le ascelle, i piedi e le dita vengono tenuti spesso coperti, che sia dai vestiti, da altra pelle, dalle scarpe o dai vari oggetti che maneggiamo. Coprendo la pelle la priviamo dell’ossigeno, andando a creare l’habitat perfetto per i nostri indesiderati ospiti maleodoranti.

E voilà, la combinazione di maggiori quantità di ghiandole e minor ossigeno rende alcune zone, quali le ascelle, l’ambiente perfetto per i batteri maleodoranti per vivere e riprodursi, il che porta ad un’unica conseguenza…. dopo un po’ il nostro corpo emana un odore non proprio gradevole. Ma, prima di intossicare la tua pelle con prodotti antibatterici, sappi che questi batteri non sono necessariamente una cosa negativa…

Da sempre gli esseri umani hanno considerato i batteri come un nemico da combattere, eppure un numero crescente di scienziati stanno scoprendo che c’è probabilmente un’ottima ragione evoluzionistica se il nostro organismo ospita milioni di microbi diversi.
D’altronde, perché mai avremmo sviluppato il bisogno di lavarci costantemente, di farci belli, detergerci, e di ricoprirci di creme idratanti? Magari i batteri che vivono sul nostro corpo hanno una funzione precisa che noi invece buttiamo giù nello scarico ad ogni doccia.

La superficie della pelle umana alberga una variegata comunità di batteri chiamata microflora. Ogni persona ha una microflora unica che gli viene trasmessa dalla madre alla nascita. Si ritiene che la microflora svolga un ruolo fondamentale per mantenere la salute e che aiuti anche a contrastare le malattie.

La cosmetologa e co-fondatrice Lush, Helen Ambrosen spiega: “Abbiamo proprio bisogno di essere ricoperti di questa microflora, altrimenti gli agenti patogeni possono raggiungere la pelle e nuocere al nostro organismo. Quando un agente patogeno si presenta sulla pelle, tutta la nostra microflora naturale agisce per eliminarlo. Quindi ne abbiamo proprio bisogno, ma uno degli effetti collaterali è il cattivo odore, prodotto dall’interazione dei batteri con il sudore e il sebo.

Ed è qui che sorge il problema. Nessuno vuole vedere macchie di sudore o andar in giorno maleodorante, per cui, con l’arrivo della tecnologia e dell’igiene moderna, gli esseri umani sono diventati molto bravi a trovare rimedi contro il sudore e sbarazzarsi degli odori sgradevoli. Sono diventati così bravi, infatti, che i saponi, gli shampoo e gli antitraspiranti sono in grado di eliminare completamente o uccidere questi “batteri buoni”.

Il compito degli antitraspiranti è quello di bloccare la produzione di sudore delle ghiandole sudoripare, in questo modo i batteri responsabili dei cattivi odori non sono vengono alimentati e muoiono prima di poter creare qualsiasi odore sgradevole.

Eppure, Come suggerisce uno studio pubblicato sul sito PeerJ, eliminare completamente I batteri dal corpo ha un suo prezzo. La ricerca, seppur modesta, ha rilevato che, riducendo la quantità di batteri presenti sulla pelle, l’uso di antitraspiranti rischia allo stesso tempo di aumentare il numero dei batteri responsabili dei cattivi odori finendo paradossalmente per incrementare l’odore di sudore – e così si finisce per avere odorare peggio che a non usare niente.

Tuttavia, anche se i batteri presenti sul tuo corpo sono più amichevoli del fantasmino Casper, probabilmente ti interesserà di più rimanere pulito e fresco, se non altro per il bene delle persone che ti circondano. Come puoi far coincidere entrambe le cose?

Helen afferma: “Bisogna mantenere la giusta via di mezzo in cui non distruggiamo la nostra microflora naturale, allo stesso tempo la teniamo sotto controllo”

Dopotutto, sudare è un processo naturale di tutti, anche la Regina d’Inghilterra. Gli esseri umani possono produrre fino a 15 litri al giorno, il che, nella società di oggi, può risultare un po’ complicato da gestire. Questo però non significa che dovremmo smettere di sudare, anche perché il sudore è il modo vitale che il nostro organismo usa per raffreddarsi e regolare la propria temperatura.

Cosa puoi fare, quindi, per compensare il naturale meccanismo di raffreddamento del corpo con il tuo desiderio di rimanere fresco?

Una soluzione ci viene offerta dai deodoranti naturali che, invece di impedire al corpo di sudare, sfruttano il potere della natura per limitare gradualmente la proliferazione batterica, facendoti sentire, allo stesso tempo, pulito e asciutto. Helen spiega: “Abbiamo instaurato un ottimo rapporto con i microrganismi e imparato a conviverci, e il risultato sono prodotti che funzionano in armonia con il corpo e con la microflora.

“Dietro i deodoranti Lush c’è sempre l’intenzione di creare deodoranti efficaci contro i cattivi odori che però non facciano male alle persone. È davvero difficile creare prodotti specifici per zone in cui, nascoste sotto la superficie, vengono svolte diverse funzioni come, per esempio, le attività dei follicoli piliferi, delle ghiandole sebacee, delle ghiandole sudoripare e dei linfonodi. Di conseguenza è piuttosto complicato creare un prodotto che non irriti la pelle.”

Per creare i migliori deodoranti, Helen ha sperimentato diversi ingredienti in grado di limitare la proliferazione batterica senza però disturbare troppo la naturale microflora cutanea.

Helen afferma: “La prima scelta è ricaduta sul bicarbonato di sodio, ho iniziato ad usarlo ed è veramente efficace e inoffensivo, per questo lo abbiamo introdotto in tutte le nostre polverine deodoranti. Il bicarbonato di sodio funziona perché assorbe i cattivi odori nella propria struttura, così come fa anche il carbone. Nella composizione dei nostri deodoranti antibatterici gli oli essenziali che sono eccezionali, ma usiamo anche vari tipi di ingredienti in polvere.”

Questa schiera di ingredienti attivi contenuti nei deodoranti naturali non solo fa meraviglie nel mantenere la pelle fresca ma, essendo antibatterica e antimicotica, è anche self-preserving. Questo significa che sono deodoranti senza parabeni e alluminio, che quindi non contengono conservanti sintetici - che possono a loro volta danneggiare la microflora cutanea.

 

Commenti (0)
0 Commenti
Contenuti correlati (1)

Prodotti correlati

1 oggetto
Aromaco (Aromantico) Deodorante Solido Lush
Deodorante solido
Naturalmente profumato
8,00 €
100g