IN PRIMO PIANO

Riciclando a ciclo continuo

Può sembrare incredibile, ma alcuni materiali di scarto hanno oggi un valore aggiunto, come alcune plastiche riciclate che costano fino al 10% in più rispetto al materiale vergine – e questo è tutto merito delle pressioni che i consumatori fanno sulle grandi aziende per chiedere il loro impegno per l’ambiente.  

 

Qui troverai la descrizione dei vari materiali che puoi trovare da Lush, e di come riciclare o riutilizzare ciascuno di loro.

Il mitico vasetto nero

Il nero si ricicla e non passa mai di moda – non lo sapevi? I nostri umili vasetti Lush sono fatti di polipropilene (PP per gli intimi), che è il tipo di plastica che preferiamo: è un materiale allo stesso tempo versatile e duraturo che puoi riportare nel tuo negozio Lush.

Cosa succede poi a questi vasetti? Una volta riportati in negozio dai clienti che hanno avuto cura di pulirli, i vasetti vengono mandati alla COES Company e successivamente al nostro Green HUB in Croazia. Da qui passano poi alla Pos-plast Ltd, dove vengono riciclati e trasformati in piccoli granuli di plastica. Jacquard Ltd, l’azienda che produce i vasetti e i coperchi per Croazia Lush Manufacturing, acquista i granuli di polipropilene per trasformarli poi in nuovi vasetti. Tutto torna e il cerchio si chiude! Usiamo plastica PP riciclata anche per fare i tappi dei flaconi, i tubetti di rossetto, le confezioni del make up in polvere e alcuni dei tappi neri che trovi in negozio. Cerca sull’etichetta dei tuoi prodotti quello che puoi riportare in negozio per ricevere in cambio una maschera fresca gratis! Anche le etichette delle confezioni sono di plastica PP – questa volta di tipo vergine, ma sempre completamente riciclabile e riutilizzabile.

Ci piacerebbe poter utilizzare la plastica PP anche per gli stampi con i quali diamo la forma ai nostri prodotti, dato che i test indicano che potrebbe avere una resistenza maggiore al bicarbonato, ma questo tipo di stampaggio sottovuoto è al momento poco diffuso con la plastica PP. Infatti, le temperature sono molto elevate e così variabili che il PP rischierebbe di sciogliersi o rovinarsi. Inoltre, la plastica PP riciclata ha un punto di fusione diverso rispetto a quella vergine, e quindi per i fornitori lanciarsi in esperimenti di questo genere rappresenterebbe un rischio! Ma ci stiamo lavorando, per cui continua a seguire questa sezione.

Prodotti in bottiglia

Hai capito quali sono: shampoo e gel doccia si pavoneggiano nelle nostre bottigliette trasparenti con tappo flip-top per garantirti la massima comodità d’uso. Questi flaconi sono fatti con un altro tipo di plastica, il PET (polietilene tereftalato). È una plastica che conosci bene visto che è quella usata per le bevande, e per fortuna è più facile da riciclare rispetto al PP, con molti più impianti in grado di farlo (questo è il motivo per cui raccogliamo i vasetti neri anche in Italia, dove non tutti i comuni accettano il PP nella differenziata). Quindi le bottigliette PET possono essere smaltite tranquillamente in qualunque raccolta differenziata, avendo cura di separare il tappo dalla bottiglia.

Confezioni regalo

Quando si tratta di creare delle confezioni regalo, ci possono essere tante tecniche diverse in gioco. Si può trattare di scatole rigide fatte a mano che vengono realizzate con cartone riciclato e carta riciclata di tipo Cocoon, oppure possono essere scatole di cartone ondulato (quello che ha uno strato ondulato in mezzo a due fogli lisci), o ancora nel caso delle palle usiamo una polpa di carta per creare la forma sferica. Ad ogni modo, tutto questo può essere riutilizzato e riciclato.

Le etichette dei regali, la carta da regalo e il libretto che trovi nella confezione con la descrizione dei prodotti sono tutti di carta 100% riciclata o di cotone riciclato, e li puoi riciclare o riusare di nuovo. Aprendo il tuo regalo (o il tuo ordine) scoprirai un letto protettivo di ecoflo: alternativa geniale al polistirene, sono fatti a base di amido di patata e sono velocemente biodegradabili in acqua e nel suolo, e puoi buttarli nell’umido. I prodotti molli o delicati sono avvolti con cura in una pellicola di cellulosa biodegradabile, che va buttata anche questa nell’umido.

Nastri

Se dai un’occhiata al muro di regali del tuo negozio Lush, verrai colpito da una profusione di nastri bellissimi. Alcuni tipi di raso o canneté sono fatti con bottiglie di plastica raccolte proprio in Italia, che vengono trasformate in filo di plastica PET quindi tessuto per ottenere il nastro. Compriamo anche alcuni nastri da un’azienda tedesca a conduzione famigliare da tre generazioni – in origine specializzato nei nastri di raffia, questo impianto importante produce oggi nastri decorativi, usando fibre diverse nella tessitura per creare colori e motivi spettacolari.

Riutilizza i tuoi nastri per impacchettare nuovi regali, come decorazione o nei capelli…. Le possibilità sono infinite.

Commenti (2)
2 Commenti

amy_schmitter_542791

circa 2 mesi fa

Siete l’esempio migliore al mondo!!!! Tutte le ditte dovrebbero prendere il vostro esempio!!! Così tutti rifletteremmo di più su quello che stiamo facendo noi umani al mondo intero!

circa 2 anni fa

Grandi...