IN PRIMO PIANO

Riscopriamo le origini femministe della festa della mamma

La festa della mamma non è solo regalini last minute e biglietti di auguri fatti a mano. Si tratta invece di festeggiare tutte le figure toste e coraggiose che sono un riferimento per le nostre vite. Già, è arrivato il momento di fare un grande applauso a tutte le grandi donne che ci hanno aiutato a crescere: dalla nonna a Beyoncé.

Già mesi prima della festa della mamma, scaffali pieni di sdolcinerie e file di bigliettini rosa ci ricordano di dire a nostra madre quanto le vogliamo bene. Eppure la festa della mamma non è sempre stata così zuccherosa: riti cerimoniali legati al culto della Madre Terra esistevano già al tempo di Greci e Romani, mentre la festività cristiana del ‘Mothering Sunday’, che si colloca in Gran Bretagna fra il XVI e il XVII secolo, aveva ben poco a che vedere con le mamme. Originariamente in occasione della Mothering Sunday - la quarta domenica di Quaresima, ossia la “domenica Laetare” - i cristiani che abitavano lontano facevano ritorno alla propria Chiesa Madre, quella di battesimo, per assistere alla celebrazione. Nel corso dei secoli, questa festività ha poi subito svariate trasformazioni. C’è un’altra curiosità su questa ricorrenza che ci sta particolarmente a cuore: la festività americana ebbe inizio nel 1872 come movimento pacifista grazie ai contributi della poetessa e autrice Julia Ward Howe e di Anna Jarvis, entrambe attiviste in campo sociale. La Howe aiutò e lavorò per molti gruppi che lottavano per i diritti delle donne e per il suffragio universale, incentivando la promozione del ‘Mother’s Peace Day’ dopo la Guerra di Secessione e la Guerra franco-prussiana. Era un invito esteso a tutte le donne di riunirsi una volta all’anno per supportare il movimento pacifista. La ricorrenza venne ufficialmente iscritta al calendario nel 1914.

Ma l’immagine femminista di ‘quella’ festa della mamma finì per diventare solo una ricorrenza consumistica, tanto che le stesse donne, che inizialmente si erano battute affinché la data venisse segnata nei calendari, si ritrovarono a dover lottare per cancellarla. Quest’anno, per la festa della mamma vorremmo guardare oltre i soliti cioccolatini e bouquet di fiori, e per questo ti proponiamo alcune idee fuori dagli schemi per festeggiare le persone importanti della tua vita. Anzi, già che ci siamo, cerchiamo di superare il concetto tradizionale di ‘mamma’: dopotutto anche i papà single, i nonni, i genitori gay, i genitori adottivi, gli amici più stretti, i colleghi o la signora così carina che lavora nel tuo supermercato meritano amore.

A ciascuna il suo  

Smettiamola di dare per scontato che tutte le mamme siano felici con una scatola di cioccolatini o un tè con biscottini serviti in uno scenario alla Jane Austen. Lasciamo che sia lei a decidere come preferisce trascorrere la giornata! Che si tratti di tempo da dedicare a prendersi cura di sé, di scatenarsi a un concerto o di passare una giornata in totale relax, non importa, la scelta deve essere tutta sua.

Metti un brunch assieme

La connessione fra i diritti delle donne e il brunch può non essere ovvia, eppure il tuo french toast - anche se non ci hai mai pensato - è strettamente legato all’emancipazione. Prima dell’inizio del XX secolo, alle donne non era permesso pranzare in pubblico senza un uomo che le accompagnasse (una bella scocciatura, no?!). Le donne che giocarono un ruolo fondamentale nello stravolgimento della situazione furono le stesse che lottarono per il diritto di voto; infatti, nel 1907 Harriet Stanton Blatch, figlia della suffragetta Elizabeth Candy Stanton, fece causa al rinomato ristorante Hoffman House per non aver loro permesso di pranzare lì assieme. A seguito delle pressioni delle femministe, questa regola venne finalmente eliminata. A partire dagli anni ‘30 del Novecento, il brunch veniva visto come un modo per risparmiare tempo e denaro riducendo il numero di ore che le donne passavano a pulire e cucinare - siamo ben lontano dal pigro brunch di oggi. Ma anche se il nostro atteggiamento nei confronti del brunch è cambiato, il modo in cui lo viviamo resta lo stesso: un pasto esclusivo in cui passare un po’ di tempo assieme. Quindi rilassatevi, dimenticate i piatti sporchi e sedetevi comodi per godervi insieme alla mamma un lungo brunch in un posticino carino!

Parla con lei

Le persone spesso dimenticano che la vita delle mamme non è fatta solo di figli. Le mamme hanno amici, hobby e talenti che non hanno nulla che vedere col cambiare pannolini, crescere i figli, seguirli nei compiti e cucinare lasagne. In occasione della festa della mamma, chiedile di lei: potresti scoprire cose che non sapevi e restare sorpreso delle cose che ti racconterà!

Fatti ispirare dalla mamma...

Perché non sfrutti la festa della mamma come occasione per riflettere assieme a lei sulle figure di riferimento che hanno lasciato la loro impronta nelle vostre vite? Potete andare a una mostra d’arte, guardare assieme un vecchio film, ascoltare i successi su cui ballavate nelle rispettive camerette o scambiarvi opinioni in merito a quei testi che vi hanno fatto riflettere. Insomma, scambiatevi idee fertili - chissà, potresti sempre imparare qualcosa di nuovo!

Qualunque sia il tuo programma per la festa della mamma, spezza le tradizioni maschiliste e concediti un viaggio nella storia, alle radici femministe della ricorrenza. Il regalo che puoi fare alla tua mamma quindi è dirle quanto è importante per te, facendole sapere che è una donna forte e indipendente. I cioccolatini o i bligliettini d’auguri sarebbero poca cosa.

Commenti (0)
0 Commenti
Contenuti correlati (2)

Prodotti correlati

2 oggetti
Esaurito
Iris Flower - Bomba da bagno floreale in edizione limitata per la Festa della Mamma | Con lime iraniano, iris bianco in polvere e bergamotto.
Bomba da bagno
Un vero talento floreale
7,50 €
200g
Edizione limitata
Floating Flower - Bomba da bagno in edizione limitata per la Festa della Mamma | Con burro di cacao equosolidale, olio di mandorla e lavanda.
Bomba da bagno
Dillo con i fiori
7,50 €
180g