50% di sconto per un periodo limitato. Lush, fresco come sempre! VAI >

IN PRIMO PIANO

SOAPBOX: in cerca di buoni propositi? Partecipa al Veganuary Challenge!

Dopo il grande successo dello scorso anno, Veganuary torna in Italia per la sua seconda edizione e per tutto il mese di gennaio vedrà coinvolte decine di migliaia di persone. Ancora una volta l’associazione Essere Animali sarà partner ufficiale del più grande progetto mondiale per la diffusione della scelta vegana.

Veganuary, la grande sfida per provare l’alimentazione esclusivamente vegetale per un mese, è un’iniziativa nata nel Regno Unito nel 2014 che da allora ha visto coinvolte circa 192 nazioni e oltre 1milione di persone in tutto il mondo. Per tutto il mese di gennaio, chi si iscrive dal sito www.veganuary.it riceverà le e-mail giornaliere di supporto con informazioni di ogni tipo: come fare la spesa, ricette, consigli pratici e nutrizionali. A supporto dei partecipanti, ci sarà il fondamentale aiuto della dottoressa Silvia Goggi - medico nutrizionista esperta in alimentazione vegetale - che grazie agli eventi online sui canali social di Essere Animali sarà a disposizione dei partecipanti per rispondere a tutte le domande su salute e nutrizione.

Il vegan va in scena
Sono tantissimi i personaggi della scena internazionale ad aver deciso di partecipare a Veganuary 2021 invitando i loro fan a fare lo stesso. Dall’ex dei Beatles Paul McCartney al comico Ricky Gervais, dalla top model Lily Coleal al chitarrista degli Smiths Johnny Marr e alla tiktoker Tabitha Brown, oltre 100 celebrità, politici, imprenditori e attivisti attenti al clima hanno firmato una lettera aperta di Veganuary, volta a lanciare un campanello d'allarme sulle minacce globali più urgenti che l'umanità sta oggi affrontando: la pandemia di coronavirus e il cambiamento climatico, le cui cause sono legate al consumo di prodotti animali. I firmatari esortano tutti a fare del 2021 l'anno del cambiamento, provando un'alimentazione vegan per aiutare a proteggere il Pianeta e prevenire future pandemie. 

L'allevamento di animali è infatti responsabile di circa il 14,5% di tutte le emissioni di gas serra generate dall'uomo. Gli allevamenti sono inoltre terreno fertile per le pandemie globali: è qui infatti che sono nate la H1N1 (influenza suina) e la H5N1 (influenza aviaria), quest'ultima con un tasso di mortalità del 60%.

Piatti vegani verde bianco rossi: il colore fa la forza!
L’anno scorso l'Italia si è attestata solidamente al 3° posto in Europa come numero di partecipanti, dietro a Inghilterra e Germania, mentre Milano è stata la sesta città con più iscritti al mondo. Dopo il successo della prima edizione, noi di Essere Animali siamo felicissimi di portare per il secondo anno l'esperienza di Veganuary in Italia, perché in questi anni ha dimostrato di essere un progetto davvero efficace nell’invitare migliaia di persone a scegliere un'alimentazione che fa bene agli animali, al pianeta e alla salute. Per chi è tentato ma si fa frenare da timori o difficoltà legati all'alimentazione vegana, provarci un mese con Veganuary è il modo migliore per non smettere più.

Partecipare a Veganuary è facile: basta iscriversi alla mailing italiana sul sito www.veganuary.it e seguire i preziosi consigli #veganuary2021 #essereanimali

Essere Animali è un'associazione che realizza coraggiose indagini per mostrare le condizioni degli animali negli allevamenti intensivi e nei macelli. Le campagne dell'associazione invitano istituzioni e aziende a intraprendere politiche in favore dei diritti animali e ispirano sempre più persone verso scelte alimentari consapevoli. Sito ufficiale: www.essereanimali.org.

La libertà di pensiero è un diritto fondamentale che è bene tutelare. Nella nostra SOAPBOX diamo la parola ad altri per conoscere la loro visione del mondo.

 

Commenti (0)
0 Commenti