IN PRIMO PIANO

Test sugli animali: la nostra policy

Lush non testa sugli animali, non usa materiali che contengono derivati animali non vegetariani e compra soltanto materie prime da aziende che escludono la sperimentazione animale dalle loro pratiche, che escludono di commissionare a terzi l’uso di test sugli animali, e che non hanno alcuna intenzione al riguardo per il futuro. Testare sugli animali per noi è semplicemente inaccettabile. Riconosciamo che la sicurezza dei clienti sia fondamentale, ma può essere garantita senza dover sfruttare gli animali.

Lush non testa sugli animali, non usa materiali che contengono derivati animali non vegetariani e compra soltanto materie prime da aziende che escludono la sperimentazione animale dalle loro pratiche, che escludono di commissionare a terzi l’uso di test sugli animali, e che non hanno alcuna intenzione al riguardo per il futuro. Testare sugli animali per noi è semplicemente inaccettabile. Riconosciamo che la sicurezza dei clienti sia fondamentale, ma può essere garantita senza dover sfruttare gli animali.

Non compreremo consapevolmente alcun ingrediente da fornitori che hanno condotto, commissionato o preso parte a sperimentazioni sugli animali a partire dalla data limite da noi fissata del 1 giugno 2007, a meno che questo fornitore s’impegni a non praticare più in futuro alcun test sugli animali, usando in alternativa le tecniche in-vitro riconosciute da Lush (ovvero tecniche per eseguire determinate procedure in un ambiente controllato esterno ad un organismo vivente).

Mentre riconosciamo l’inevitabile eccezione della normativa europea REACH (Registration, Evaluation, Authorisation and Restriction of Chemicals), Lush desidera continuare a spronare i fornitori ad eseguire i test di sicurezza utilizzando metodi alternativi alla sperimentazione sugli animali, oltre ad impegnarsi a finanziare lo sviluppo di metodi alternativi di sperimentazione non-animale.

Dal primissimo giorno abbiamo costruito Lush sulla base di questa policy – e crediamo che questo dimostri che sia possibile inventare, produrre e mettere sul mercato intere linee di prodotti cosmetici senza praticare alcun test sugli animali. I nostri fondatori hanno iniziato ad applicare questa policy nel giugno 1993, allorché conducevano ancora la loro precedente azienda, Cosmetics To Go. E quindi, quando hanno creato Lush nel 1995, ha visto il giorno già con questa policy in atto e da allora l’ha sempre rispettata.
Test sugli animali: quale alternativa? Scopri di più qui.

Commenti (0)
0 Commenti